UNISCITI A NOI!

Sei pronto a vivere la tua passione per lo sport e la cultura con una qualità e un supporto senza precedenti?

Sei un atleta, un dirigente, un tecnico o semplicemente un amante dello sport e della cultura? La nostra offerta è progettata su misura per te. Scopri il nostro programma variegato che spazia da attività sportive tradizionali a quelle più innovative, fino agli eventi culturali che vibrono al ritmo del tuo cuore.

Siamo più che un semplice ente di promozione sportiva: siamo il tuo alleato quotidiano per un’esperienza che va oltre l’attività fisica, arricchendola con cultura e opportunità esclusive.

Nuova Riforma dello Sport: Le Faq del Ministero del Lavoro

Nuova Riforma dello Sport: Le Faq del Ministero del Lavoro

La riforma dello sport in Italia ha introdotto notevoli cambiamenti nel settore, stabilendo nuove regole e obblighi per gli enti e i lavoratori sportivi. Il Ministero del Lavoro ha recentemente pubblicato una serie di FAQ per chiarire aspetti importanti e guidare le associazioni, società sportive dilettantistiche e professionistiche, e gli altri soggetti coinvolti attraverso le nuove disposizioni.

Uno dei cambiamenti rilevanti riguarda la comunicazione obbligatoria per i rapporti di lavoro nel contesto sportivo dilettantistico. I soggetti abilitati possono ora utilizzare il modello UNILAV attraverso i sistemi informativi regionali, inserendo informazioni precise quali il codice PAT INAIL, la tipologia contrattuale (collaborazione coordinata e continuativa) e la qualifica professionale dell’esercente di attività sportive, per assolvere agli obblighi di legge.

L’aggiornamento ha altresì definito il concetto di “Ente Sportivo”, includendo una varietà di organismi come ASD e SSD, federazioni, enti di promozione sportiva, CONI e CIP, nonché “Lavoratore Sportivo”, identificando chiunque eserciti un’attività sportiva verso un corrispettivo, indipendentemente dalla natura professionistica o dilettantistica.

Il decreto ha anche chiarito la distinzione tra lavoro sportivo dilettantistico e professionistico, delineando le caratteristiche contrattuali e le modalità di gestione delle relazioni di lavoro. Per esempio, nel dilettantismo si parla di contratti di collaborazione coordinata e continuativa che non superino le 24 ore settimanali, escluso il tempo dedicato alla partecipazione a manifestazioni sportive.

Per quanto riguarda le comunicazioni telematiche, sarà possibile utilizzare il Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche o il modello “UNILAV-Sport” del Ministero del lavoro e delle politiche sociali. Questi strumenti consentono di registrare i dati relativi al rapporto di lavoro sportivo, come inizio e fine del rapporto, tipologia contrattuale e compenso.

Sul fronte previdenziale, la riforma prevede, altresì, particolari adempimenti previdenziali, con l’iscrizione al Fondo Pensione dei Lavoratori Sportivi (FPLS) gestito dall’INPS, e requisiti assicurativi contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, estendendo la copertura INAIL a molteplici categorie di lavoratori sportivi.

Guarda le Faq del Ministero del Lavoro clicca qui

Se vuoi sapere di più su questo argomento segui la puntata di Csain Plus sulla Riforma Dello Sport

Calendario Eventi

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Articoli recenti