DANZE CARAIBICHE



DANZE CARAIBICHE

 
Questa disciplina composta da un gruppo di 3 balli: Merengue, Salsa e Bachata.
SALSA
Nasce a Cuba all'inizio del 1900 come evoluzione generazionale del SON e con l'unione di elementi importanti di altri balli quali merengue, guaracha, conga, cumbia, rumba ed altri ancora. Tra il 1960 e il 1970 viene esportata da Cuba da gruppi di emigrati cubani e importata a New York dove viene rielaborata e rilanciata con stili peculiari e diversi.
Vengono distinti infatti la Salsa Cubana, la Portoricana ed il Mambo NY Style.
Viene suonata in 4/4, e può essere ballata sul conto 1 musicale oppure sul 2 o sul break-on-two (tipicamente NY); quest'ultimo non molto in voga in italia. E' caratterizzata da figure basilari, figure di varia complessità  e pasitos che ne arricchiscono l'esecuzione.
MERENGUE
Questo ritmo nasce dagli schiavi africani che venivano portati nella Repubblica Dominicana e che erano costretti a lavorare nelle  piantagioni di canna da zucchero. Il merengue diventerà  un ritmo tipicamente allegro a sostegno degli schiavi per alleviare la terribile condizione di sofferenza a cui dovevano sottostare. Molti sostengono che il tipico paso base, ovvero il trasferimento del peso da un piede all'altro, derivi proprio dalla condizione di limitazione a cui erano sottoposti per lavorare, ovvero con le catene ai piedi.
BACHATA
Nasce a Santo Domingo nei primi decenni del ventesimo secolo. Una danza proibita, a carattere amoroso, dalle movenze che apparivano oscene o volgari perchè ballata con i corpi in perenne contatto, poche figure, dondolamenti e movimenti di anche che caratterizzavano tutto il ballo. Per questo la bachata veniva mal vista ed osteggiata dalla borghesia locale.
Un ballo comunque caratterizzato da un ritmo romantico i cui testi evocano l'amore e la sofferenza.
Recentemente, alla tipicità  di questo ballo, sono emerse alcune integrazioni con elementi tipici di altri balli, tra i quali il tango argentino, il chachacha, ed altro ancora. Sono così nate alcune varianti di una stilizzazione europea (bachatango, bachacha, ecc..)
REGGAETON
L'espressione del reggaeton è una forma di danza semplice e terapeutica in cui l'obiettivo è di rendere più positiva la relazione con se stessi e con gli altri. Il corpo è un tempio, un luogo dove ci si sente a casa propria, un posto da dove si parte, si scopre, si incontra, si apprende, un luogo dove si ritorna per ritrovare la sicurezza ed il benessere. L'espressione della danza reggaeton utilizza il corpo nel quale essa fa vibrare i differenti livelli per metterli in risonanza attraverso il ritmo, il movimento ed il canto. E' una forma di danza collettiva che si ispira alle danze ed ai rituali tradizionali del mondo, della natura e della cultura, degli archetipi... Attraverso il gioco degli atti simbolici, sul suono della percussione, apre un cammino attraverso il quale essa canalizza le azioni e le emozioni profondamente nascoste in noi e le conduce all'espressione. La semplicità , la bellezza, la forza, il gioco, la festa, l'arte, la comunicazione sono gli elementi essenziali che ci riportano alle radici dell'essere umano. Il reggaeton è¨ sopra ogni cosa un movimento trasgressivo. Musicalmente lo potremmo analizzare da diverse prospettive, ma sicuramente ha in se le radici della trasgressione.

SON
Il son cubano è¨ un ritmo nato a Cuba e più precisamente a Santiago di Cuba, verso la metà  del XIX secolo. Il Son nasce quindi da una contaminazione e dalla mescolanza tra la tradizione musicale dei colonizzatori europei colonizzatori e i ritmi degli schiavi africani. E' il genere che ha dato origine ai ritmi caraibici più ballati oggi, primo fra tutti la salsa ed è il primo ballo caraibico concepito a coppia, che non si basi su coreografie di gruppo. Insieme al Tango, lo si può considerare il primo ballo di coppia in senso moderno.
Questo stile prese piede all' inizio del XX secolo, trovando negli anni '20 e '30, la nascita di un vero e proprio fenomeno culturale. Il son deriva dalla più aristocratica danza, che a sua volta deriva dalla controdanza ed è sicuramente il genere più rappresentativo dell'isola, dal quale sono nati i ritmi e le melodie del Mambo negli anni 40, il cha cha cha e la salsa negli anni '50 e della timba negli anni '80. Uscendo dall' Isla grande, anche la salsa detta "Portoricana" o "Newyorkese", sono stili sviluppatisi negli anni '70 a New York e Miami (quindi non a Portorico,dove fenomeno di costume sono arrivati così come li conosciamo solo negli anni 90) e sono da considerare anch' essi, derivanti dalla matrice cubana del Son.
 
RUEDA de CASINO
La mamma della salsa cubana. Tipicamente molto divertente viene ballata in formazione a cerchio (a ruota) con figure codificate ed eseguite su richiesta di uno dei componeti del gruppo ( el "cantante" o "madre"). Particolare il continuo cambiamento del partner durante l'esecuzione del ballo.

 


BALLI LATINO AMERICANI:rumba,  mambo, cha cha,

RUMBA:

La rumba è un ballo di origine sudamericana. La caratteristica principale di questo ballo è il movimento accelerato e dondolante dei ballerini, quindi è necessario un discreto allenamento. Per quanto riguarda la musica l'elemento caratterizzante è le claves, strumento formato da due cilindri da percussione battuti l'uno contro l'altro.

MAMBO:

Il mambo è un genere musicale nato a Cuba. Il termine mambo significa conversazione con gli dei in kikongo, l'idioma parlato dalle popolazioni dell' Africa Centrale emigrate a Cuba.
La storia del mambo comincia nel 1938, quando fu presentata una canzone ballabile intitolata Mambo scritta da Orestes e Cachao Lapez. Nel corso degli anni alla musica fu associata una tipica danza, tuttora in voga soprattutto all' Avana,






Responsabile disciplina

Responsabile Regionale Ballo Latino Americani e Caraibici: Dorian Couto Echevarria



Normative Contatti Disciplina Attivita' Documenti Convenzioni Archivio Sportello Fiscale

´╗┐ NEWSLETTER

C.S.A.IN. Lazio
Via Erasmo Gattamelata, 26 - 00176 Roma - C.F. 97520650587
Tel. 06.83664599 Fax 06.89822896
segreteria@csainlazio.it
segreteriacsainlazio@csainlazio.it