AIKIDO



L’AIKIDO è l’arte marziale creata da MORIHEI UESHIBA , praticata da migliaia di persone nel mondo di ambo i sessi e di tutte le età, L’Aikido ha per obiettivo, attraverso la sua pratica marziale, il miglioramento delle relazioni tra persone e lo sviluppo armonico di ciascuno.

A questo proposito troviamo il riconoscimento reciproco, come lavoro da eseguire, piuttosto che l’affermazione di se a detrimento dell’altro. Ed è per questa ragione che la competizione, che glorifica il vincitore, non trova spazio nella nostra disciplina.
Letteralmente il suo significato è :
AI : unione, unificazione, armonia
KI : energia vitale
DO : via, prospettiva, ricerca
AIKIDO : ricerca per l’unificazione delle energie vitali
Gli obiettivi dell’Aikido sono estremamente vasti e ambiziosi. Soprattutto non dobbiamo ridurlo ad un insieme di tecniche o strategie per imparare a difendersi in fretta, anche se è un aspetto di cui si tiene conto. Conviene al contrario considerarlo come un percorso su una via (DO), che presuppone una ricerca e impegno permanente e costante nel perfezionamento dei piani tecnico, fisico, mentale e di relazione.
Nello strutturare la pratica, il ruolo di UKE (che è quello che attacca, che subisce la tecnica) e di TORI (che è attaccato e applica le tecniche) sono di uguale importanza e devono essere approcciati con la stessa serietà. Essi, ancorché opposti, nel nostro studio sono indissolubili.
In base a questa logica e conformemente all’obiettivo della disciplina, ognuno deve sforzarsi di praticare con più partner possibili, rappresentanti tipologie umane differenti per età, sesso, altezza, peso e livello tecnico. Difatti, il praticare solo per affinità, limiterebbe considerevolmente le esperienze/opportunità.
Il giusto atteggiamento è quello che ci fa cogliere, nella difficoltà e nel conflitto, un occasione di crescita e di esperienza.
Una tipica lezione è suddivisa in vari momenti legati imprescindibilmente tra loro.
Esiste una prima fase di “riscaldamento” che comprende tutte le pratiche propedeutiche per l’Aikido. La ginnastica dolce che viene praticata è detta “Aikitaiso “ e consiste in una serie di esercizi “psico-fisici” volti sia allo scioglimento dei muscoli che all’armonizzazione dell’energia interiore (KI).
E’ importante anche avere una corretta preparazione atletica, pertanto la fase di riscaldamento, attraverso un allenamento funzionale, sarà tesa a migliorare l’equilibrio, la reattività, il potenziamento dei movimenti e la respirazione.
Nella fase successiva l’insegnante presenta le tecniche di Aikido sapientemente inserite in un contesto armonioso, dove Tori e Uke crescono l’un l’altro, ponendo particolare attenzione all’equilibrio, concentrazione, sguardo.
Anche  le armi fanno parte integrante della lezione; Nell’Aikido le armi studiate sono : Il Bokken spada da allenamento fatta in legno, il Jo bastone di legno e il Tanto pugnale giapponese. Lo stile di spada da noi studiato è il Kashima Shiryu KenJutsu come appreso dal maestro Christian Tissier, oltre al normale studio dell’Aikiken e dell’Aikijo.







Lista dei corsi
CORSO DI FORMAZIONE ISTRUTTORI - SETTORE ARTI MARZIALI
CORSO DI FORMAZIONE ARTI MARZIALI


Responsabile disciplina

Referente Progetto AIKI: Elena Gabrielli 

Responsabile Regionale: Marco Marini - 3395287908 - marchino59@libero.it 

 



Documenti

Normative Contatti Disciplina Attivita' Documenti Convenzioni Archivio Sportello Fiscale

´╗┐ NEWSLETTER

C.S.A.IN. Lazio
Via Erasmo Gattamelata, 26 - 00176 Roma - C.F. 97520650587
Tel. 06.83664599 Fax 06.89822896
segreteria@csainlazio.it
segreteriacsainlazio@csainlazio.it